In rugby union, a player may mark a ball, which means that the player may catch it and cannot be tackled by rival players, and the marking player takes a free-kick at the position of the mark. To mark a ball, the player must be inside his own team's twenty-two metre line. The mark is performed by a player (normally the Full Back), making a clean catch and shouting "Mark!". It is also common for the player to touch the ball on the ground or to hold up the ball with one hand to make his intentions clear to the referee and other players.

Property Value
dbo:abstract
  • In rugby union, a player may mark a ball, which means that the player may catch it and cannot be tackled by rival players, and the marking player takes a free-kick at the position of the mark. To mark a ball, the player must be inside his own team's twenty-two metre line. The mark is performed by a player (normally the Full Back), making a clean catch and shouting "Mark!". It is also common for the player to touch the ball on the ground or to hold up the ball with one hand to make his intentions clear to the referee and other players. If for any reason, the player cannot take the kick within one minute, the marking team must take a scrum (and cannot otherwise choose a scrum). A ball may be marked if it has rebounded off the posts or crossbar. A mark may not be made from a kick-off. After the marked ball is caught, the normal rules of a free kick apply, except in the case of a scrum option. A scrum from a mark should ideally be taken from the position of the mark, but must be at least five metres from touch. If the mark was made in the in-goal area, the scrum is taken five metres from the goal line on a line running through the mark parallel to the touch line but always at least five metres from the touch line. If a player from the opposing team charges the marking player after the call of "Mark!", then the team will be awarded a penalty kick taken from the position of the mark, unless the infringing player was offside, in which case the penalty will be given from the offside line. For much of rugby's history, a mark could be made anywhere on the field, but under more stringent conditions: the marking player had to have both feet on the ground at the time of calling "Mark!", the defending side were allowed to advance as far as the mark in defending against the subsequent kick, and the kick itself had to propel the ball at least as far forward as the mark (in conjunction with the second stipulation, this effectively prevented the marking side from keeping possession with a tap-kick). However, under these restrictions a goal could be attempted. In the 1970s the mark was changed to the definition given above, except that it could be made anywhere in the defending side's 22; it is no longer a requirement that the marking player have both feet on the ground. The mark is roughly equivalent to the fair catch in American football. (en)
  • Il mark è un'azione di gioco del rugby a 15 che viene realizzata quando un giocatore in fase difensiva, solitamente un tre quarti, all'interno della propria linea dei 22 metri afferra direttamente il pallone calciato da un avversario (o rimbalzato su un palo della porta) gridando al contempo "Mark!". Il mark dà diritto alla squadra che lo ha chiamato a un calcio libero sul punto in cui è stato effettuato, che deve essere battuto dallo stesso giocatore che lo ha effettuato mentre gli avversari devono trovarsi ad almeno dieci metri di distanza. In alternativa, o nel caso in cui per un qualsiasi motivo il giocatore che ha effettuato il mark non è in grado di battere il calcio libero, si può richiedere di giocare una mischia. Nel caso in cui il mark viene chiamato all'interno dell'area di meta l'eventuale mischia dovrà formarsi sulla linea dei cinque metri. Non è possibile effettuare un mark in seguito a un calcio di invio. Il vantaggio nell'ottenere un mark per una squadra in fase difensiva è evidente: in questo modo non solo si spezza il gioco avversario senza la necessità di contestare il pallone, ma inoltre sarà anche la squadra che ha effettuato questa giocata a riprendere il gioco stesso. In passato il regolamento consentiva di chiamare un mark in qualsiasi punto del campo, a patto che il giocatore avesse entrambi i piedi sul terreno di gioco, con la possibilità anche di tirare in porta per guadagnare punti. Durante gli anni 1970 il regolamento venne modificato in modo simile all'attuale, tranne per il fatto che il mark poteva essere effettuato all'interno della propria metà campo. (it)
dbo:wikiPageExternalLink
dbo:wikiPageID
  • 1753664 (xsd:integer)
dbo:wikiPageRevisionID
  • 745151682 (xsd:integer)
dct:subject
rdfs:comment
  • In rugby union, a player may mark a ball, which means that the player may catch it and cannot be tackled by rival players, and the marking player takes a free-kick at the position of the mark. To mark a ball, the player must be inside his own team's twenty-two metre line. The mark is performed by a player (normally the Full Back), making a clean catch and shouting "Mark!". It is also common for the player to touch the ball on the ground or to hold up the ball with one hand to make his intentions clear to the referee and other players. (en)
  • Il mark è un'azione di gioco del rugby a 15 che viene realizzata quando un giocatore in fase difensiva, solitamente un tre quarti, all'interno della propria linea dei 22 metri afferra direttamente il pallone calciato da un avversario (o rimbalzato su un palo della porta) gridando al contempo "Mark!". Il mark dà diritto alla squadra che lo ha chiamato a un calcio libero sul punto in cui è stato effettuato, che deve essere battuto dallo stesso giocatore che lo ha effettuato mentre gli avversari devono trovarsi ad almeno dieci metri di distanza. In alternativa, o nel caso in cui per un qualsiasi motivo il giocatore che ha effettuato il mark non è in grado di battere il calcio libero, si può richiedere di giocare una mischia. Nel caso in cui il mark viene chiamato all'interno dell'area di meta (it)
rdfs:label
  • Mark (rugby) (en)
  • Mark (rugby) (it)
owl:sameAs
prov:wasDerivedFrom
foaf:isPrimaryTopicOf
is dbo:wikiPageDisambiguates of
is dbo:wikiPageRedirects of
is rdfs:seeAlso of
is foaf:primaryTopic of