James Jesus Angleton (December 9, 1917 – May 11, 1987) was chief of the Central Intelligence Agency's Counterintelligence Staff from 1954 to 1975. His official position within the organization was "Associate Deputy Director of Operations for Counterintelligence (ADDOCI)".

Property Value
dbo:abstract
  • James Jesus Angleton (December 9, 1917 – May 11, 1987) was chief of the Central Intelligence Agency's Counterintelligence Staff from 1954 to 1975. His official position within the organization was "Associate Deputy Director of Operations for Counterintelligence (ADDOCI)". Angleton was significantly involved in the U.S. response to the purported KGB defectors Anatoliy Golitsyn and Yuri Nosenko. Angleton later became convinced the CIA harbored a high-ranking mole, and engaged in an intense search. Whether this was a highly destructive witch hunt or appropriate caution vindicated by later moles remains a subject of intense historical debate. According to one-time Director of Central Intelligence Richard Helms: "In his day, Jim was recognized as the dominant counterintelligence figure in the non-communist world." Investigative journalist Edward Jay Epstein agrees with the high regard in which Angleton was held by his colleagues in the intelligence business, and adds that Angleton earned the "trust ... of six CIA directors—including Gen. Walter Bedell Smith, Allen W. Dulles and Richard Helms. They kept Angleton in key positions and valued his work." (en)
  • James Jesus Angleton (9 décembre 1917 à Boise, Idaho- 11 mai 1987) est un Américain surtout connu pour son rôle de « chasseur d'espions » qu'il exerça à la Central Intelligence Agency (CIA). (fr)
  • James Jesus Angleton (* 9. Dezember 1917 in Boise, Idaho; † 12. Mai 1987) war ein US-amerikanischer Agent und langjähriger Chef der Spionageabwehrabteilung der CIA. (de)
  • È stato a lungo il capo del controspionaggio della CIA. Se il Generale William Joseph Donovan può essere definito il padre della CIA, dal suo canto Angleton è considerato la "madre" della intelligence statunitense. Pur essendo uno dei più importanti cacciatori di spie della Guerra Fredda, Angleton non riuscì a smascherare la più famosa talpa sovietica del tempo, il britannico Kim Philby, che peraltro era suo amico. Amante della poesia, ed in particolare di Ezra Pound e Thomas Eliot, Angleton coltivò anche altri hobby quali la pesca, la gemmologia e la coltivazione di orchidee. Servì sotto importanti direttori della CIA quali Allen Dulles e Richard Helms. Nato nell'Idaho da James Hugh Angleton, ufficiale di cavalleria, e da Mercedes, messicana, si trasferì con la famiglia negli anni Trenta in Italia, dove il padre diresse la filiale dell'azienda americana NCR. Questa esperienza gli permise di imparare l'italiano e di interessarsi quindi in seguito alle vicende del Paese. Dopo aver completato gli studi tra Malvern, Yale ed Harvard fu subito arruolato nell'Office of Strategic Services (OSS). Durante il primo periodo della guerra, dal 1941 al 1943, servì a Londra presso il Secret Intelligence Service britannico, al controspionaggio ed al servizio decrittazione. In particolare ebbe un ruolo attivo nella battaglia dell'Atlantico contro l'arma subacquea del Reich. Dal 1943 è in Italia come agente operativo ed al termine del conflitto diviene capo del controspionaggio a Roma, avvalendosi di numerose risorse già del Servizio Informazioni Militare. Nel maggio 1945 si occupò in particolare del salvataggio del principe Junio Valerio Borghese, ex comandante della Xª Flottiglia MAS, che dopo un primo incontro rimasto infruttuoso l'8 maggio, acconsentì infine a farsi trasferire da Milano a Roma l'11 dello stesso mese. In un documentario dal titolo MTM 548 diretto da Claudio Costa, il Sotto Capo Pilota della Decima Mas Sergio Denti, racconta di essere stato affidato ad Angleton, subito dopo la guerra, da un cappellano militare che lo prelevò da un carcere militare a Taranto, dove era stato imprigionato per i suoi trascorsi nella R.S.I.Angleton utilizzò Denti per rafforzare le difese della città di Roma armando ex fascisti e militari, nel caso in cui gruppi armati comunisti tentassero una rivolta armata durante le votazioni del 1946, che videro la monarchia sconfitta. Prima della nascita della CIA, nel 1947, Angleton fa ritorno a Washington, dove lascia la carriera militare con il grado di Maggiore. Torna a Roma alla fine degli anni Quaranta ricoprendo il ruolo di capostazione CIA. Le sue varie esperienze in Italia servono a forgiare il sistema di sicurezza ed intelligence statunitense in Italia. Secondo fonti americane, Angleton ebbe un importante ruolo nel trasferire esperti e conoscenze del programma atomico italiano negli Stati Uniti, nello stabilire una duratura alleanza con la Mafia siciliana, avvalendosi dei contatti italo-americani, nel riammettere nel sistema di sicurezza e controspionaggio italiano elementi del passato regime al fine di evitare la vittoria delle sinistre. All'inizio degli anni Cinquanta, Angleton torna a Washington per gestire le relazioni con i servizi dei paesi occidentali. In questo modo prende il controllo su tutte le informazioni prodotte dai pochi servizi che sono riusciti ad infiltrare l'URSS: inglesi, italiani, israeliani e specialmente tedeschi Organizzazione Gehlen. Nel 1954 diventa capo del controspionaggio interno e si occupa a pieno regime della caccia alle spie sovietiche nell'ambito della ricerca atomica statunitense. Con questo incarico individua due talpe di basso livello di Mosca, il diplomatico britannico Donald Maclean e l'agente della NSA Jack Dunlap, mentre si lascia sfuggire tutte le altre. Negli anni Sessanta si occupa della controversa defezione di due ufficiali del KGB, Anatoliy Golitsin e Yuri Nosenko che passeranno il tempo ad accusarsi di essere falsi pentiti dando due opposte versioni sul coinvolgimento sovietico nell'uccisione di John Kennedy. Dal 1963 è il responsabile dell'attuazione dell' "Operazione CHAOS" (un'operazione "False flag") preposta alla sconfitta del comunismo ma che violava le leggi USA. Col passare degli anni controlla sempre più uffici, mettendo il naso in ogni attività della CIA senza mai apparire come il responsabile quando avviene l'inevitabile fallimento. Restano fuori dal suo controllo le attività clandestine in Vietnam cioè l'operazione Phoenix, il cui successo proietta ai vertici della compagnia il responsabile William Colby. Fin dagli anni '60 insinua che numerosi leader occidentali siano agenti del KGB. Le accuse più famose riguardarono il britannico Harold Wilson, lo svedese Olof Palme, i canadesi Lester Pearson e Pierre Trudeau e il tedesco Willy Brandt. Ad un certo punto sospetta anche il Segretario di Stato Henry Kissinger. Questo stato di cose genera il caos nell'agenzia, paralizzandone le attività. Quando Angleton accusa anche dei collaboratori del Presidente Gerald Ford, il Direttore della CIA William Colby ha il via libera per pensionare su due piedi l'onnipotente collega con molti suoi collaboratori. Ci vorranno anni per riorganizzare la compagnia, ricostruire la sezione URSS e per trovare le vere talpe. Angleton muore nel 1987. Alla figura di Angleton è liberamente ispirato il personaggio principale del film The Good Shepherd. Negli anni '80 il giornalista investigativo americano David C. Martin ha sospettato, portando molti indizi, che Angleton sia stato in realtà un filo-comunista dai tempi della sua amicizia con Philby. Senza mai contattare i russi che non lo avrebbero nemmeno sospettato, avrebbe agito da solo per distruggere la CIA dall'interno con operazioni sempre più complesse, paranoiche ed inefficienti che generavano il caos nella CIA: richiesta di arruolare ex-nazisti, tentativi di avere rapporti esclusivi con Italia, Germania ed Israele, lettura di tutta la corrispondenza americana coll'estero, intercettazione di tutte le telefonate di Berlino est, caccia a continue spie introvabili senza mai trovare quelle vere (identificate tutte da altri uffici). (it)
  • James Jesus Angleton (ur. 9 grudnia 1917 w Boise w stanie Idaho, zm. 12 maja 1987) – długoletni funkcjonariusz amerykańskich służb specjalnych, m.in. szef kontrwywiadu Biura Służb Strategicznych (X-2) w Rzymie i szef sztabu kontrwywiadu Centralnej Agencji Wywiadowczej. (pl)
  • ジェームズ・ジーザス・アングルトン (James Jesus Angleton、1917年12月9日 - 1987年5月12日) は、アメリカ合衆国の情報機関である中央情報局(CIA)の工作官。防諜担当副次官を歴任した。 (ja)
  • Дже́ймс Хесу́с Э́нглтон (англ. James Jesus Angleton, 9 декабря 1917 — 12 мая 1987) — руководитель контрразведывательных операций Центрального разведывательного управления США с 1954 по 1975 год. Ушёл в отставку в результате скандала, связанного с незаконной слежкой ЦРУ за гражданами США внутри страны. (ru)
dbo:birthDate
  • 1917-12-9
dbo:birthPlace
dbo:deathDate
  • 1987-5-12
dbo:deathPlace
dbo:thumbnail
dbo:wikiPageExternalLink
dbo:wikiPageID
  • 678441 (xsd:integer)
dbo:wikiPageRevisionID
  • 745082118 (xsd:integer)
dbp:almaMater
dbp:award
dbp:birthDate
  • 1917-12-09 (xsd:date)
dbp:birthPlace
  • Boise, Idaho, United States
dbp:buried
  • Morris Hill Cemetery
dbp:caption
  • James Jesus Angleton
dbp:children
  • 3 (xsd:integer)
dbp:deathCause
  • Lung cancer
dbp:deathDate
  • 1987-05-11 (xsd:date)
dbp:deathPlace
  • Sibley Memorial Hospital, Washington, D.C., United States
dbp:name
  • James Jesus Angleton
dbp:nationality
dbp:operation
dbp:parents
  • * James Hugh Angleton * Carmen Mercedes Moreno
dbp:rank
  • Counterintelligence Chief
dbp:service
dbp:serviceyears
  • 1947 (xsd:integer)
dbp:spouse
  • Cicely Harriet d'Autremont
dct:description
  • chief of the CIA's counterintelligence (CI) staff from 1954 to 1975 (en)
dct:subject
http://purl.org/linguistics/gold/hypernym
georss:point
  • 43.6075 -116.22939722222222
rdf:type
rdfs:comment
  • James Jesus Angleton (9 décembre 1917 à Boise, Idaho- 11 mai 1987) est un Américain surtout connu pour son rôle de « chasseur d'espions » qu'il exerça à la Central Intelligence Agency (CIA). (fr)
  • James Jesus Angleton (* 9. Dezember 1917 in Boise, Idaho; † 12. Mai 1987) war ein US-amerikanischer Agent und langjähriger Chef der Spionageabwehrabteilung der CIA. (de)
  • James Jesus Angleton (ur. 9 grudnia 1917 w Boise w stanie Idaho, zm. 12 maja 1987) – długoletni funkcjonariusz amerykańskich służb specjalnych, m.in. szef kontrwywiadu Biura Służb Strategicznych (X-2) w Rzymie i szef sztabu kontrwywiadu Centralnej Agencji Wywiadowczej. (pl)
  • ジェームズ・ジーザス・アングルトン (James Jesus Angleton、1917年12月9日 - 1987年5月12日) は、アメリカ合衆国の情報機関である中央情報局(CIA)の工作官。防諜担当副次官を歴任した。 (ja)
  • Дже́ймс Хесу́с Э́нглтон (англ. James Jesus Angleton, 9 декабря 1917 — 12 мая 1987) — руководитель контрразведывательных операций Центрального разведывательного управления США с 1954 по 1975 год. Ушёл в отставку в результате скандала, связанного с незаконной слежкой ЦРУ за гражданами США внутри страны. (ru)
  • James Jesus Angleton (December 9, 1917 – May 11, 1987) was chief of the Central Intelligence Agency's Counterintelligence Staff from 1954 to 1975. His official position within the organization was "Associate Deputy Director of Operations for Counterintelligence (ADDOCI)". (en)
  • È stato a lungo il capo del controspionaggio della CIA. Se il Generale William Joseph Donovan può essere definito il padre della CIA, dal suo canto Angleton è considerato la "madre" della intelligence statunitense. Alla figura di Angleton è liberamente ispirato il personaggio principale del film The Good Shepherd. (it)
rdfs:label
  • James Jesus Angleton (en)
  • James Jesus Angleton (de)
  • James Angleton (fr)
  • James Angleton (it)
  • ジェームズ・アングルトン (ja)
  • James Jesus Angleton (pl)
  • Энглтон, Джеймс Хесус (ru)
owl:sameAs
geo:geometry
  • POINT(-116.22940063477 43.607498168945)
geo:lat
  • 43.607498 (xsd:float)
geo:long
  • -116.229401 (xsd:float)
prov:wasDerivedFrom
foaf:depiction
foaf:gender
  • male (en)
foaf:givenName
  • James (en)
foaf:isPrimaryTopicOf
foaf:name
  • James Jesus Angleton (en)
is dbo:wikiPageDisambiguates of
is dbo:wikiPageRedirects of
is foaf:primaryTopic of