Anton Janša (c. 20 May 1734 – 13 September 1773) was a Carniolan apiarist and painter. Janša is known as a pioneer of modern apiculture and a great expert in the field. He was educated as a painter, but was employed as a teacher of apiculture at the Habsburg court in Vienna.

Property Value
dbo:abstract
  • Anton Janscha oder auch Anton Janša (* 20. Mai 1734 in Bresniza; † 13. September 1773 in Wien) war ein slowenischer Hofimkermeister von Maria Theresia, Erfinder der ersten Zargenbetriebsweise, Leiter und Dozent der Schule zur Förderung der Bienenzucht sowie Verfasser zahlreicher Monografien über Bienenzucht und Imkerei. (de)
  • È noto soprattutto per essere stato uno dei precursori dell'apicoltura razionale. Essendo molto portato per le arti figurative, così come i suoi fratelli (adibirono ad atelier il fienile della propria casa), furono tutti e tre inviati a Vienna dove, nonostante l'analfabetismo, si iscrissero all'Accademia d'Arte. Dei tre fratelli, Lovro riuscì a concludere gli studi in quell'accademia, divenendovi professore, mentre Anton preferì dedicarsi intensivamente all'apicoltura, dal 1769, essendo questa una passione che aveva fin da piccolo. A casa aveva oltre cento arnie. L'anno successivo, dopo il sostenimento di un apposito esame, Janša divenne il primo professore di apicoltura delle terre austriache, e si trasferì alla corte imperiale. Teneva le api a Vienna, nel giardino imperiale di Augarten, dove per primo dimostrò l'importanza e l'utilità di portare le api a pascolare sul grano saraceno. Divenne ben presto famoso in virtù delle sue conferenze; in tedesco scrisse due importanti libri, il Trattato sulla sciamatura delle api uscito nel 1771 e il Manuale completo di apicoltura uscito postumo nel 1775. Scrisse Janša in quest'ultima: “Le api sono un tipo di mosche, create da Dio perché con la loro diligenza e il loro instancabile lavoro provvedano alle esigenze dell'uomo di prodotti insostituibili come il miele e la cera. Tra tutte le creature del Signore, non ce n'è altra che sia allo stesso tempo utile, docile, e poco esigente, com'è l'ape.” Quando Janša morì, l'imperatrice Maria Teresa emanò un editto in cui obbligava tutti gli apicoltori a seguire le indicazioni contenute nelle opere di Janša. Janša non perse mai l'abitudine di dipingere, e si possono ancora osservare le sue arnie dipinte nel suo apiario, che è tuttora visitabile, grazie alle cure della Società apistica slovena. Tra le sue intuizioni, quella secondo cui i fuchi erano quelli che fecondavano la regina, sfatando l'errata convinzione diffusa al tempo che fossero invece portatori d'acqua dell'alveare. Divulgò massicciamente le scoperte di altri naturalisti sulle api, tra i quali primeggia Giovanni Antonio Scopoli. Nel 1884 la Società di frutticoltura e apicoltura slovena appose una targa commemorativa alla sua casa natale. A lui sono dedicati il Museo dell'apicoltura di Radovljica e un centro studi sull'apicoltura nella valle di Završnica. (it)
  • Anton Janša (c. 20 May 1734 – 13 September 1773) was a Carniolan apiarist and painter. Janša is known as a pioneer of modern apiculture and a great expert in the field. He was educated as a painter, but was employed as a teacher of apiculture at the Habsburg court in Vienna. (en)
dbo:birthDate
  • 1734-5-20
dbo:birthPlace
dbo:deathDate
  • 1773-9-13
dbo:deathPlace
dbo:thumbnail
dbo:wikiPageExternalLink
dbo:wikiPageID
  • 10791051 (xsd:integer)
dbo:wikiPageRevisionID
  • 710936732 (xsd:integer)
dct:description
  • Slovene artist (en)
dct:subject
http://purl.org/linguistics/gold/hypernym
rdf:type
rdfs:comment
  • Anton Janscha oder auch Anton Janša (* 20. Mai 1734 in Bresniza; † 13. September 1773 in Wien) war ein slowenischer Hofimkermeister von Maria Theresia, Erfinder der ersten Zargenbetriebsweise, Leiter und Dozent der Schule zur Förderung der Bienenzucht sowie Verfasser zahlreicher Monografien über Bienenzucht und Imkerei. (de)
  • Anton Janša (c. 20 May 1734 – 13 September 1773) was a Carniolan apiarist and painter. Janša is known as a pioneer of modern apiculture and a great expert in the field. He was educated as a painter, but was employed as a teacher of apiculture at the Habsburg court in Vienna. (en)
  • È noto soprattutto per essere stato uno dei precursori dell'apicoltura razionale. Essendo molto portato per le arti figurative, così come i suoi fratelli (adibirono ad atelier il fienile della propria casa), furono tutti e tre inviati a Vienna dove, nonostante l'analfabetismo, si iscrissero all'Accademia d'Arte. Dei tre fratelli, Lovro riuscì a concludere gli studi in quell'accademia, divenendovi professore, mentre Anton preferì dedicarsi intensivamente all'apicoltura, dal 1769, essendo questa una passione che aveva fin da piccolo. A casa aveva oltre cento arnie. L'anno successivo, dopo il sostenimento di un apposito esame, Janša divenne il primo professore di apicoltura delle terre austriache, e si trasferì alla corte imperiale. Teneva le api a Vienna, nel giardino imperiale di Augarten, (it)
rdfs:label
  • Anton Janscha (de)
  • Anton Janša (it)
  • Anton Janša (en)
owl:sameAs
prov:wasDerivedFrom
foaf:depiction
foaf:gender
  • male (en)
foaf:givenName
  • Anton (en)
foaf:isPrimaryTopicOf
foaf:name
  • Anton Janša (en)
foaf:surname
  • Janša (en)
is dbo:wikiPageDisambiguates of
is dbo:wikiPageRedirects of
is owl:sameAs of
is foaf:primaryTopic of